E’ stata approvata con Decreto del MiPAAF n°0028162 del 29/05/2020 la modifica temporanea al disciplinare di produzione del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, a seguito dell’emergenza COVID-19.

Il disciplinare di produzione della indicazione geografica protetta “Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – Serie generale n.108 del 10-05-2019 è modificato come segue:

L’articolo 5.3 Frollatura
“Vista la necessità di migliorare la tenerezza delle carcasse di animali maschi, che hanno minore capacità di depositare grasso anche intramuscolare rispetto alle femmine, la frollatura per le carcasse dei maschi deve essere di almeno 4 giorni per tutti i tagli tranne lo scamone, la noce e la fesa e il muscolo del lombo, che dovranno essere sottoposti a frollatura per almeno 10 giorni.”

è così integrato:

“Vista la necessità di migliorare la tenerezza delle carcasse di animali maschi, che hanno minore capacità di depositare grasso anche intramuscolare rispetto alle femmine, la frollatura per le carcasse dei maschi (ad esclusione dei tagli che vengono macinati) deve essere di almeno 4 giorni per tutti i tagli tranne lo scamone, la noce e la fesa e il muscolo del lombo, che dovranno essere sottoposti a frollatura per almeno 10 giorni.”

 

La presente modifica sarà in vigore fino alla vigenza del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana del 1° febbraio 2020 Serie Generale n. 26, e successive integrazioni, recante la dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili.