News

Finalità dellAvviso

La Regione Lazio, ai sensi dell’art. 12 della L.R. 13 febbraio 2009 n. 1, attua un programma triennale di aiuto alle aziende zootecniche del Lazio per interventi volti a migliorare la gestione della riproduzione animale, sia per la conservazione della variabilità genetica delle razze autoctone a ridotta diffusione e per il miglioramento genetico delle razze interessate da selezione, che per il risanamento da particolari patologie o per il miglioramento delle performance, con particolare attenzione alle razze che, in quanto correlate all’esercizio delpascolo, garantiscono funzioni ambientali di conservazione degli habitat seminaturali, oltre che garantire il diritto di scelta del consumatore, particolarmente attento nel valutare il ruolo degli allevamenti intensivi nell’incidere sui cicli dell’acqua e dell’azoto.La realizzazione del programma triennale di aiuto persegue sei diversi obiettivi:

Obiettivo 1: miglioramento genetico negli allevamenti bufalini

Obiettivo 2: miglioramento genetico e incremento di variabilità negli allevamenti bovini da carne

Obiettivo 3: miglioramento genetico e incremento di variabilità negli allevamenti bovini da latte non intensivi

Obiettivo 4: miglioramento genetico negli allevamenti ovicaprini

Obiettivo 5: incremento di variabilità genetica negli allevamenti di equidi di razze autoctone a rischio di erosione genetica

Obiettivo 6: incremento di variabilità genetica negli allevamenti ovicaprini e suini di razze autoctone a rischio di erosione genetica

 

Agevolazioni previste:

Il sostegno è erogato in forma di contributo in conto capitale pari al 60% della spesa sostenutaper l’acquisto di riproduttori iscritti ai rispettivi libri genealogici (LL.GG) o registri anagraficidi razza (RR.AA), secondo la normativa vigente, solo per le razze riportate nella tabella sottostante e afferenti alle specie: Bovina; Bufalina; Ovina; Caprina; Equina; Asinina; Suina.

 

Obiettivo

Razza interessata:

1 Bufala mediterranea

2 Bovini da carne:

Razze tradizionali: Chianina, Marchigiana, Maremmana, Romagnola e Podolica

Razze specializzate: Limousine, Charolaise, Piemontese

3Bovini da latte:Frisona, Bruna Alpina e Pezzata Rossa

Beneficiari:

Imprese agricole ad indirizzo zootecnico, attive nel Lazio, che siano iscritte al Libro Genealogico di interesse (o con istanza in itinere, salvo buon fineentro chiusura istruttoria).

 

Modalità di presentazione della domanda:

Le domande possono essere presentate mediante una procedura a sportello, esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo agriproduzioni@regione.lazio.legalmail.it, a partire dalla data di pubblicazione del bando sul BURL e fino al 31 luglio 2023. Al modello di domanda, debitamente compilato e sottoscritto dal richiedente, deve essere allegata la seguente documentazione:

a) copia documento di identità in corso di validità;

b) documentazione attestante l’iscrizione al Libro Genealogico/Registro Anagrafico di interesse (o copia dell’istanza di iscrizione e relativa ricevuta di presentazione, di data anteriore a quella di presentazione della presente domanda);

c) copia della scheda di validazione del fascicolo aziendale più aggiornata;

d) copia del listino ISMEA utilizzato per l’individuazione del prezzo di riferimento per il/i riproduttore/i richiesto/i.

Ogni azienda non potrà presentare più di una richiesta per anno solare.

 

Risorse finanziarie:

Per il finanziamento delle domande inoltrate ai sensi del presente bando, sono stanziati euro105.000,00 per l’annualità 2021, euro 75.000,00 per l’annualità 2022 ed euro 75.000,00 perl’annualità 2023.

 

Per maggiori informazioni: http://www.regione.lazio.it/rl_agricoltura/?vw=documentazioneDettaglio&id=57350

 

Contatti:

Francesco Pepponi fpepponi@regione.lazio.it

Alessio Leonellia.leonelli@regione.lazio.it

Stefano Vivasviva@regione.lazio.it